WorksVIDEO

Coreografie

RED COFFEE

​coreografia: Diego WAtzke
costumi: Mariano Tufano

musiche: Astor Piazzolla
durata 1h 20’ circa

Festival Internazionale di Ravello, Giardini di Villa Rufolo (SA), Festival Internazionale di Giffoni (SA), Festival Internazionale di Ceppaloni (BN), Festival Internazionaledi L’Aquila (AQ), Festival Internazionale di Amalfi (SA), Festival Internazionale di Bergamo (BG), Festival Pompeiano 2007 (NA), Festival Internazionale di Salerno 2007 (SA), Festival Internazionale Adda Danza 2008 Trezzo sull’Adda (MI), (2009) Festival “Musa e Musica” Terrazze dell’Arte Anacapri

Red Coffee profuma delle poesie di Borgès, si muove sui versi di Salas, vola sulle  note della musica di Piazzolla , cantata dal violino di Gidon Kremer.
Ci racconta di un  passato imprigionato nel  ricordo, di  una coppia di amanti che  sognano la rivoluzione, facendo cantare il dolore della nostalgia argentina, al ritmo di un bandonen.
E di un amore sospeso, che non si arrende e continua a rincorrere l’insostenibile miraggio della felicità…a passo di tango.

LE SACRE DU PRINTEMPS

​coreografia: Diego WAtzke
costumi: Mariano Tufano

musiche: Igor' Fëdorovič Stravinskij
durata 40’ circa

Teatro San Carlo di Napoli, Festival Internazionale di Ravello, Giardini di Villa Rufolo (SA), Teatro Politeama di Napoli, Festival Internazionale Adda Danza 2008 Trezzo sull'Adda (MI)

“ Quadri di una Russia pagana” per un  rito sacro che fonde simboli e segni, racconto ed evocazione.

E’ l’occhio dei  saggi  ad accompagnare alla morte la prescelta. Sono seduti in cerchio, quasi un abbraccio fisico il loro sguardo  è fisso sulla “giovane fanciulla  destinata al dio della primavera”.

Balletto in due  parti, una la  sezione introduttiva:  sonorità misteriose, come la famosissima melodia per fagotto che da voce ad un mondo pagano e primitivo, fatto di riti orgiastici e di sacrifici umani, deve fare i conti con una fisicità che fa fatica a rinunciare alla vita.

Ogni introduzione  sfoggia giochi e danze rituali che culminano con momenti estremi di straordinario impatto emotivo e sonoro. Come nella “Danza Sacrificale”, atto finale in cui la tensione, portata all’estremo, si dispiega poi nell’abbraccio definitivo del destino alla vittima. L’unica che, alla fine, ci sembra  librarsi libera nell’aria. Senza peso.

GRAN GALÀ DI TRENTO1° tempo

​costumi: Mariano Tufano, Sartoria Teatro alla Scala

di Milano
durata 40’ circa

​​

Teatro di Fondo, Trento

LA BELLA ADDORMENTATA, Interpreti Christelle Cennerelli, Antonino Sutera,  PAQUITA, Interpreti Serena Sarnataro, Fabio Sagliebene, IL LAGO DEI CIGNI, Coreografia Struckhova, Interpreti Monica Pergo, Alessandro Macario, RED COFFEE, Coreografia: Diego Watzke, Musica: Gidon Kremer, Interpreti: Roberta De Intinis e Diego Watzke, L’UCCELLO BLU, Interpreti Christelle Cennerelli, Fabio Sagliebene

GRAN GALÀ DI TRENTO2° tempo

​costumi: Mariano Tufano, Sartoria Teatro alla Scala

di Milano
durata 40’ circa

​​

Teatro di Fondo, Trento

LA MORT, Coreografia: Diego Watzke, Musica:Jocelyn Pook, Interpreti: Roberta De Intinis e Diego Watzke, ROMEO E GIULIETTA, Coreografia Kenneth Mac Millan, Interpreti Monica Perego, Alessandro Macario, CORSARO, Coreografia Marius Petipa, Interpreti Serena Sarnataro, Antonino Sutera

CAVALLERIA RUSTICANA

​regia: Roberto De Simone
coreografia intermezzo: Diego Watzke

interpreti: Diego Watzke - Josè Della Monica

scenografie: Nicola Rubertelli

musiche: Pietro Mascagni
 

Teatro San Carlo di Napoli

EL GUAPO

dal balletto Red Coffee poesia del tango
coreografia: Diego Watzke

interpreti: Carlo De Martino

musiche: Astor Piazzolla
 

Teatro Diana, Nocera Inferiore, Salerno

BEETHOVENIANA

regia e coreografia: Diego Waztke
costumi: Giuseppe Tramontano

musiche: Ludwig van Beethoven

durata circa 20'

Festival internazionale Adda Danza, Milano

Tutto in un movimento: il secondo della Terza sinfonia. Davvero quando l’ha composta il genio di Bonn pensava al funerale di un grande condottiero?
La morte come una meravigliosa partitura in chiaroscuro per corpi,  per orchestra e luci.
Dove realtà e sogno si fondono e confondono, in un dialogo dell’anima con un ignoto   incerto e illecito,  fiducioso e irrimediabilmente perduto.

LA MORT

dal balletto Red Coffee

coreografia: Diego Waztke

interpreti: Diego Watzke - Roberta De intinis
musiche: Ludwig van Beethoven​​​


Festival internazionale Adda Danza, Milano

Red Coffee profuma delle poesie di Borgès, si muove sui versi di Salas, vola sulle  note della musica di Piazzolla , cantata dal violino di Gidon Kremer.
Ci racconta di un  passato imprigionato nel  ricordo, di  una coppia di amanti che  sognano la rivoluzione, facendo cantare il dolore della nostalgia argentina, al ritmo di un bandonen.
E di un amore sospeso, che non si arrende e continua a rincorrere l’insostenibile miraggio della felicità…a passo di tango.